Intro

Gabriele Cagliari è stato presidente dell’ENI dal novembre 1989 al marzo 1993, quando fu arrestato nell’ambito dell’inchiesta Mani Pulite perché accusato di aver autorizzato il pagamento di una tangente da parte di una società del gruppo ENI all’ENEL. Il 20 luglio 1993, a 67 anni, si tolse la vita nel carcere di San Vittore dopo 134 giorni di detenzione preventiva. Il suicidio innescò moltissime polemiche e molti per anni hanno anche messo in dubbio che fosse effettivamente stato un suicidio.

INTRO

Nel marzo 2018 il figlio Stefano ha reso pubblici testimonianze e documenti inediti che confermano il suicidio, che negli anni era stato più volte messo in dubbio.

Contenuti d’interesse

Durante la detenzione Gabriele Cagliari scrisse alcune poesie e tenne una fitta corrispondenza epistolare con familiari, amici ed ex-colleghi. Questo materiale, in gran parte inedito, è stato raccolto dal figlio Stefano e costituisce la parte documentale di Storia di mio padre, edito da Longanesi, curato da Costanza Rizzacasa d’Orsogna, scritto dal figlio Stefano stesso e pubblicato nel marzo 2018.

Per spiegare come è maturata la decisione di togliersi la vita, Storia di mio padre rievoca la personalità di Gabriele Cagliari e ripercorre il vissuto dei mesi di detenzione attraverso le testimonianze e i documenti raccolti. È un racconto il cui esito finale è la conferma che di suicidio si è trattato, ma anche che il suicidio poteva essere evitato.


Il libro non ha potuto contenere quanto disponibile nella sua interezza. Questo materiale e molti altri documenti su questo tema sono raccolti qui, in www.gabrielecagliari.it, sito web che si caratterizza come archivio documentale.


Il Corpo della Home Page del sito contiene i link ai materiali ritenuti di volta in volta più significativi e alle pagine con i documenti proprietari.

Dal Menu nell’Intestazione della Home Page si può accedere a:

  • la presentazione di Storia di mio padre sul sito web della casa editrice Longanesi, cliccando su “Storia di mio padre
  • una breve biografia, cliccando su “Biografia
  • i documenti a supporto di Storia di mio padre, cliccando su “Documenti”, che sono divisi in questi Sottomenu:
    • Corrispondenze”, dove, con l’immagine degli originali a fronte:
      • le “lettere di addio” sono quelle in cui le ragioni del suicidio sono spiegate più esplicitamente,
      • le Corrispondenze “con i familiari” e “con gli amici” raccontano i mesi della detenzione, la presa di coscienza e la capacità di Gabriele Cagliari di analizzare il momento contingente e di prevederne con lucidità e lungimiranza esiti futuri;
    • Poesie”, dove, con l’immagine degli originali a fronte, sono riportate le poesie scritte da Gabriele Cagliari in carcere;
    • Interrogatori”, che raccoglie i verbali dei quindici interrogatori a cui Gabriele Cagliari è stato sottoposto, mentre Storia di mio padre ne ha potuti contenere solo due;
  • ciò che concerne Storia di mio padre, cliccando su “IL LIBRO”, con questi Sottomenu:
    • Incipit”, le prime pagine del testo;
    • Eventi”, le locandine delle presentazioni del libro;
    • Contributi”, i messaggi di commento al libro;
  • un “Archivio Stampa”, che contiene articoli ed interviste sul tema specifico e su quelli ad esso correlati ed è suddiviso in due Sottomenu:

A piè di pagina nella Home Page si trovano i link a un piccolo “Archivio Fotografico” e a una pagina denominata “Risorse Esterne” che contiene i link a video, articoli e documenti ufficiali sul tema.